Author Archive Marianna

Costruire una sabbiatrice fai da te

Tags, , , ,

Fondo epossidico e preparazione auto Parte 1: a rullo

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/VliUqkvjnG4″ title=”YouTube video player” frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen></iframe>

Tags

104 anni e una Fiat 500…

Ci sono delle automobili che si dimostrano “compagne fedeli” per tutta la vita. E’ il caso della Fiat 500 Giardiniera, color grigio acciaio, che il signor Emilio Zumerle aveva acquistato nel lontano 1967 per soddisfare le necessità di trasporto al mercato dei suoi prodotti ortofrutticoli. Unico proprietario di questa “station wagon” ante litteram l’ha utilizzata con piena soddisfazione fino al momento della sua scomparsa avvenuta nel 2016 alla veneranda età di 104 anni. Tra l’altro, l’arzillo ultracentenario è stato il guidatore più anziano d’Europa, avendo rinnovato la patente proprio nel 2016.

Negli ultimi anni il signor Zumerle utilizzava la sua fedele 500 con regolarità, per caricare la spesa, andare a pescare, o per acquistare il necessario per la cura del suo piccolo orto che ancora coltivava con passione. Purtroppo, per mancanza di spazio, il figlio Fausto, seppure a malincuore, ha dovuto mettere in vendita la bella Giardiniera. Così pochi giorni fa una delegazione del sodalizio dedicato alla “mamma” di tutte le citycar ha raggiunto Montorio Veronese per la missione di “salvataggio”.

Alessandro Vinotti, ha deciso quindi di acquistarla per condividere la sua passione con la propria famiglia: “Era da tempo che cercavo una 500 Giardiniera, e questa ha una storia che mi ha toccato. Mi piace l’idea di portare avanti la vita di questa 500, e lo farò onorando Emilio, conservando la sua auto e utilizzandola ai raduni del club nei quali potrò raccontare la sua storia”. Un po’ di commozione ha accompagnato la consegna dell’auto da parte del signor Fausto Zumerle al nuovo proprietario, felice però che la Giardiniera tanto amata dal padre abbia trovato una nuova casa dove sarà ben voluta e coccolata.

“L’auto verrà anche esposta al Museo Multimediale della 500 “Dante Giacosa” di Garlenda. Le auto esposte al Dante Giacosa non solo raccontano uno spaccato dell’Italia, ma anche molte storie dei soci che con generosità prestano le vetture per le esposizioni temporanee. La macchina di Emilio è un grande esempio di affetto e averla a Garlenda per me sarà un onore, avendo conosciuto l’anziano in molte occasioni e avendo sviluppato per lui e per la sua famiglia un grande sentimento di amicizia e stima”.

Tratto di Repubblica.it

Fondo epossidico: rullo o pistola di verniciatura?

Tags, ,

Ricostruire plastica rotta con resine epossidiche -parte 2

Tags, , ,

Ricostruire plastica rotta con resine epossidiche -parte 1

Tags, ,

Quanto costa restaurare una Fiat 500 d’epoca?

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/aWSQph9nAnk” title=”YouTube video player” frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen></iframe>

Tags, , , ,

Rigenerare plastiche nere auto – restauro Fiat 500 L

Tags

Fiat 500 Pulsante clacson aftermarket

Tags

Lucidare Alluminio – Restauro Fiat 500

Fiat 500 8 bulloni. Cosa è?

Curiosità dal mondo Cinquecentesco.Nella prima foto vedete una Fiat 500 D. Quando nacque questa auto aveva le portiere cosiddette A VENTO. Il termine A VENTO si riferisce al verso di marcia, quindi A FAVORE DI VENTO. Queste porte in inglese sono dette SUICIDE DOORS Porte a suicidio (Sicuramente perché qualcuno avrà perso la funzionalità degli stinchi negli anni😂)Nel 1965, per importanti disposizioni ministeriali in materia di sicurezza però, viene sottolineata una certa pericolosità di queste portiere e nascono le porte CONTROVENTO. Nella foto numero 2 vedete un esemplare bellissimo di Fiat 500 F 1° serie.

Questo passaggio di grande

cambiamento strutturale, cambiamento di posizione delle cerniere e struttura porte e telaio, permise la nascita delle FIAT 500 F 8 BULLONI.Ogni cerniera, quasi per precauzione, veniva fermata da 4 bulloni. Quindi 8 bulloni per porta. Questa particolarità durò solo pochi mesi, il tempo necessario a capire che potevano bastare anche 4 bulloni per porta. E così fu.Dopo soli pochi mesi di produzione delle prime serie F, le porte passarono successivamente, fino alla fine, a 4 bulloni per porta.

Sono stati prodotti circa 200.000 esemplari con questa piccola particolarità (e anche qualche altro particolare ereditato dalla Fiat 500 D). Una particolarità che la rende più rara rispetto al numero di 500 prodotte dal 1957 al 1975 e che ancora oggi appassiona i collezionisti.

Tags, ,

Restauro Fiat 500 Rimuovere la vernice

Tags, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Restauro a capodanno, restauro tutto l’anno!

Come montare i profili cromati nelle guarnizioni || Restauro Fiat 500

Tags, ,

Restauro tachimetro Fiat 500 f || Partnership Emporio Bigatti

Tags, ,